Ciao a tutti e buon lunedì!

Non preoccupatevi, non ho avuto alcun incidente stradale o simili…

Sono stata qui  all’installazione fotografica organizzata dal Fotostudio L+ M di Michele Levis.

Ed è strano come proprio io, che ogni volta affermo di non capire nulla di arte (e continuo a sostenerlo), sia quella che alla fine si trova a raccontarvi di questo evento…

Perché lo faccio?

Perché non posso non condividere qualcosa che mi è piaciuto così tanto!

E quale mezzo migliore se non questo blog, dove si parla di bellezza in tutte le sue forme?

Entrando nello studio mi sono sentita presa per mano, attraverso un viaggio tra Bologna e Berlino, condotta con delicatezza e simpatia da una ragazzina con un casco da ciclista bianco in testa, che con innocenza ed ironia gioca con le immagini sui muri, le allegerisce e le trasforma,  le avvicina, in un certo senso al pubblico, che attraverso la sua innocenza e la sua voglia di giocare si accosta ai graffiti con più leggerezza e  benevolenza .

Michele Levis non  ha fotografato le opere sui muri, le ha reinterpretate e fatte proprie attraverso le bellissime fotografie esposte a Fuori Strada.

Le immagini che si possono ammirare valgono più di mille parole.

Se siete a Bologna non mancate di fare un salto in Via F.lli Rosselli 8/c.

Dato il successo dell’installazione potrete ammirarla per tutta la settimana.

E se ci andate non mancate di dirmi cosa ne pensate, mi raccomando!