di Fabrizio Falaschi

Quando un operatore Shiatsu chiede: “Come stai?”, in verità chiede: “Come sta la tua anima?”

Lo Shiatsu è una tecnica manuale che mira a promuovere il riequilibrio energetico della persona, stimolandola verso una maggiore armonia nel suo stato di benessere, fisico e psichico.

Lo Shiatsu non è un massaggio, ma un trattamento energetico che opera attraverso stretching e pressioni. Attraverso lo Shiatsu la persona riacquista consapevolezza del proprio corpo, armonizza le energie e crea i presupposti per la propria autoguarigione, migliorando la qualità di vita e percependo il proprio posto nel mondo in maniera più consapevole e serena.

Lo Shiatsu non è una prestazione sanitaria e non è sostitutivo di terapie mediche o psicologiche, anzi: ricercando il ripristino dell’equilibrio energetico della persona, è perfettamente affiancabile a qualsiasi trattamento terapeutico convenzionale o non convenzionale, senza alcun rischio o controindicazione.

Quando effettuato da operatori professionalmente preparati e in possesso di diplomi e attestati riconosciuti, lo Shiatsu è sicuro e mai doloroso: le stimolazioni corporee sono intense e profonde, ma non prevedono manipolazioni o manovre pericolose e, soprattutto, sono inserite nel contesto di un approccio graduale, rispettoso e progressivo.

Questo è il grande errore del nostro tempo: i medici tengono separata l’anima dal corpo

Platone

COS’È LO SHIATSU

Lo Shiatsu è una tecnica a mediazione corporea che trae le sue origini dall’antichissima tradizione medico – filosofica cinese, anche se la sua codificazione come tecnica autonoma risale a tempi abbastanza recenti: il riconoscimento ufficiale di questa disciplina avvenne infatti nel 1955 ad opera del Ministero della Sanità giapponese, a seguito della nascita e del successo della tecnica messa a punto dal Maestro Namikoshi e, poi, dal suo discepolo Masunaga.

La tecnica Shiatsu si basa sulla pressione perpendicolare, mantenuta e costante del pollice, delle dita, del palmo, del pugno e del gomito, esercitata su aree specifiche del corpo e lungo il tragitto dei meridiani energetici individuati dalla plurimillenaria tradizione medica cinese.

Lo Shiatsu considera l’essere umano come un sistema energetico complesso, composto da elementi energetici, psichici e fisici in condizione di costante interdipendenza, dove l’assenza di salute è espressione della perdita di un equilibrio energetico più generale e onnicomprensivo.

Lo Shiatsu si prefigge di ottenere la corretta circolazione dell’energia vitale della persona, eliminando quelle disarmonie che portano il corpo a indebolirsi, causandogli sofferenze non solo fisiche ma anche psichiche ed emotive.

QUALI SONO I PRINCIPALI BENEFICI DELLO SHIATSU

Attraverso un’azione di normalizzazione e ottimizzazione dell’energia vitale, lo Shiatsu mira al riequilibrio energetico della persona, favorendone un progressivo accrescimento della sensazione di benessere.

Lo shiatsu non è una terapia medica e non si occupa di patologie specifiche ma molti riceventi sostengono che il beneficio generale derivato dai trattamenti è stato loro utile anche rispetto a disturbi specifici: dai problemi di sonno a quelli legati a circolazione e ritenzione idrica.

Lo Shiatsu allevia tensioni e rigidità, risveglia le energie vitali con un incremento della voglia di fare e una maggiore stabilità dell’umore, migliora lucidità e presenza mentale, apporta correzioni alla postura e libera da nervosismo e stress rilassando in maniera profonda.

IN COSA CONSISTE UN TRATTAMENTO SHIATSU

Ogni trattamento Shiatsu è preceduto da un colloquio che permette all’operatore di identificare il problema da trattare e impostare così il percorso da intraprendere. Nella pratica, il dialogo continua poi a livello fisico: la pressione portata dalle mani dell’operatore sul corpo del ricevente diventa un contatto consapevole e profondo, capace di instaurare una relazione energetica curativa tra i due attori.

Il ricevente è disteso comodamente a terra, su un comodo materassino (futon) che gli permette di abbandonarsi completamente, lasciando andare ogni tensione. Gli effetti benefici dello Shiatsu continuano la loro azione profonda anche oltre la seduta, facendo sentire il proprio effetto anche nella vita quotidiana.

CHI SI PUÒ RIVOLGERE ALLO SHIATSU

Il trattamento Shiatsu è rivolto a tutti, giovani e anziani: ognuno riceve un trattamento personale e dedicato, frutto di un’attenta valutazione da parte dell’operatore. Inoltre, lo Shiatsu è un valido sostegno per le donne in stato di gravidanza, per chi deve affrontare terapie mediche importanti e debilitanti e per chi ha bisogno di un supporto in situazioni psicologiche difficili o post-traumatiche (in Abruzzo, dopo il terremoto de L’Aquila, la locale Protezione Civile ha ufficialmente inserito lo Shiatsu nel Protocollo di Intervento in caso di emergenza).

CON QUALI TEMPI AGISCE LO SHIATSU

L’efficacia dello Shiatsu è tale che i benefici si avvertono sin da subito. Per ottenere benefici significativi e duraturi, comunque, è consigliato intraprendere un ciclo di qualche seduta, variabile a seconda dei singoli casi, all’inizio con cadenza settimanale (eventualmente modificabile in seguito).

LO SHIATSU È UNA TERAPIA MEDICA?

Lo Shiatsu non è una prestazione sanitaria né una medicina, se per “medicina” si intende la cura di una malattia a partire da un sintomo, con farmaci o altri interventi di tipo esterno.

L’operatore Shiatsu non si sostituisce assolutamente al medico né nega l’utilità e l’efficacia dell’approccio medico occidentale, ma si propone come suo complemento e integrazione.

La salute, nella visione dello Shiatsu, non è solo “assenza di malattia”, ma soprattutto “armonia globale dell’individuo”: benessere globale di corpo, mente, emozioni e spirito… un qualcosa che un farmaco, da solo, non può dare!

LO SHIATSU: UN SOSTEGNO NEL RITROVARE AUTOSTIMA E FIDUCIA IN SÉ

Considerando il benessere come “armonia di ogni aspetto dell’esistenza”, lo Shiatsu si propone come sostegno e accompagnamento della persona in un percorso di graduale riconnessione con se stessa.

Lo Shiatsu, in quanto disciplina olistica, considera la disarmonia come manifestazione di un malessere che ha origine in altre sfere e che, se inascoltato, si riflette sulla sfera fisica (corpo) o mentale (psiche) per farci prendere consapevolezza del disequilibrio esistente nei nostri pensieri, emozioni, sentimenti e azioni. Operando contemporaneamente su tutti i piani, lo Shiatsu tende a riportare armonia ed equilibrio, non sopprimendo il sintomo ma ascoltandolo, cercando così di risalire alla causa che può averlo scatenato, che spesso ha radici nel nostro vissuto psichico ed emozionale.

Lo Shiatsu, aiutando la persona ad ascoltare i segnali lanciati dal proprio corpo non separandoli da quanto accade “dentro” (mente, psiche, emozioni, sogni…), si inserisce pertanto in un percorso di progressiva conoscenza di sé che porta la persona a capirsi meglio, ad accettare ciò che non le piace di sé ma anche a individuare i propri punti di forza

L’operatore Shiatsu non pretende di curare intervenendo con un suo “non ben individuato potere terapeutico”, ma invita a prendersi innanzitutto cura di se stessi… e lo fa aiutando la persona ad ascoltare e a decifrare il linguaggio del proprio corpo e della propria mente, accompagnandola e sostenendola in un percorso di autoconsapevolezza che, se seguito con costanza e coraggio, può rivelare preziosi tesori nascosti dentro di sé, finora quasi sconosciuti…

E cosa può aiutarci di più a ritrovare autostima e fiducia nei propri mezzi, se non un cosciente e consapevole “guardarci dentro”?

Star benecon se stessi, in se stessi e nel mondo – è possibile: basta prendersi cura di sé e muovere il primo, determinante passo… e se in certi momenti della vita non ci si riesce da soli, l’operatore Shiatsu può essere un umile, ma accogliente sostegno nell’uscire dal bozzolo

I trattamenti Shiatsu sono attività professionali disciplinate ai sensi della Legge 14/01/2013, n. 4 (G.U. n. 22 del 26/01/2013)