Sono giornate difficili.

Il freddo si fa largo fuori, ma anche dentro.

Dopo i fatti di Parigi, mai come ora ci poniamo domande e cerchiamo certezze.
Eppure di certezze non ce ne sono…

In questi momenti bui io mi rifugio nella casa e nella famiglia e… cucino.

Non piatti complicati o d’effetto, mi dedico ad un atto d’amore, a quella cucina tradizionale e autentica che invade, riscalda e rallegra il cuore; come il pane, che con il suo profumo invade la casa e dona pace e armonia.

Ecco allora che la tavola si ricopre di una vecchia tovaglia a fiori fucsia, si tira fuori dallo stipetto proprio la ciotola di plastica azzurra e nessun’altra, quella bruttina ma che è in casa da sempre…

E se possibile ci si fa aiutare ad impastare da due manine piccole e giocose che donano all’istante un po’ di allegria…

image

La ricetta è quella del pane in cassetta delle sorelle Simili, note fornaie bolognesi.

Di seguito come la realizzo io, senza necessità di utilizzare l’apposito stampo.

Ingredienti
750gr di farina 00
380gr di acqua
1 cubetto di lievito di birra
30gr di burro o strutto(metto burro)
15gr di sale1 cucchiaino di zucchero
1 cucchiaino di  miele

Strumenti
1 stampo da plumcake (anche usa e getta)
carta stagnola

Versate la farina in una ciotola, aggiungete il sale, lo zucchero e il miele.

Sciogliete un cubetto di lievito nell’acqua tiepida e versate il tutto nella ciotola.

Aggiungete il burro fuso e impastate per una decina di minuti.

Fate un lungo filone, piegatelo a metà, avvicinate le due parti e attorcigliatele fra loro formando una treccia semplice, che metterete nello stampo da plumcake.

Coprite lo stampo con la carta stagnola, senza tirarla troppo sui bordi in modo da lasciare al pane lo spazio per lievitare; fate qualche buco con i rebbi di una forchetta e lasciate riposare 1ora.

La stagnola si tenderà crepitando, una piccola magia…

A questo punto infornate in forno ventilato a 200° per circa 40 minuti (dipende dal forno).

Il risultato? Un pane croccante fuori e morbido dentro, pronto a vestirsi di burro e zucchero per una merenda golosa, ma che non disdegna salame, formaggio o mortadella… Insomma, sta bene con tutto e riscalda la pancia e anche il cuore…

E voi avete una ricetta scalda cuore?