di Maria Roberta Resina

Chiuderà l’ 8 febbraio 2015 la mostra in corso a Palazzo Ducale di Genova “Frida Kalo e Diego Rivera”, secondo capitolo di un progetto congiunto tra due realtà espositive volte ad approfondire l’opera dell’artista messicana Frida Kahlo.

La prima a Roma, alle Scuderie del Quirinale, finita quest’estate, indagava il rapporto tra la pittrice messicana e le correnti artistiche del Modernismo e del Surrealismo.

L’altra a Genova dal 20 settembre 2014 al 15 febbraio 2015, continua approfondendo il rapporto privato tra Frida e il marito.

Tra le figure artistiche più ammirate e seguite del XX secolo, Frida Kalo e Diego Rivera hanno lavorato insieme per più di venticinque anni, animati dalla stessa passione per il loro paese , il Messico, e per gli ideali politici che porteranno poi alla Rivoluzione.

Due personalità estremamente diverse, lui pittore dei più importanti avvenimenti storici del suo paese e delle trasformazioni sociali e culturali che ne seguirono, spesso al centro delle sue opere come protagonista che affronta il destino e combatte per il cambiamento. Più anziano di lei di 22 anni, tra i pittori più apprezzati del Messico, già tre volte sposato e con tre figli.

1943frida

Lei giovanissima, con un carattere forte e irriverente ma completamente sconosciuta. Afflitta dai dolori fisici conseguenza di un bruttissimo incidente che la obbligano a letto per mesi, fuoco sotto cenere, una mente aperta, dinamica, colta. Si rifugia nel mondo dell’arte come per cercare uno spazio magico in cui trovare pace, in lotta continua con se stessa e con le persone che ama. Con i suoi dipinti crea una dimensione intima e personalissima dove esorcizzare la malattia, il tradimento e il senso di abbandono.

I soggetti di Diego sono quelli delle grandi commissioni pubbliche e riflettono un intenso attaccamento al paese natale e ai suoi connazionali. Frida invece si rivolge ad un pubblico più intimo, spesso femminile, parlando di passione, morte, amore e solitudine.

pinturas-de-diego-rivera-muralista-mexicano-1

Due personalità così diverse ma complementari l’una all’altra. Lui forte, lei fragile. Lui il maestro, lei l’allieva. Lui che parla alla nazione, lei che si rivolge ai sentimenti universali dell’uomo. Lui amato dai messicani, lei amata dal mondo intero.

Una vita sentimentale diventata leggenda, tra tradimenti, litigi, risse. Una passione indomabile.

Insomma una mostra da non perdere perché in grado di svegliare le passioni e le sensibilità di tutti, affrontando temi oggi più che mai attuali come la voglia di cambiamento, l’amore per il proprio paese, la solitudine e la sensualità.