Per la nostra rubrica “a tutto tondo”, quest’oggi vorremmo parlarvi di Vanessa Incontrada la showgirl e attrice italo – spagnola, protagonista della nuova fiction di Rai 1 “Un’altra vita” andata in onda per la prima volta giovedì scorso.

Vi chiederete forse che cosa può avere a che fare la bellissima Vanessa con un blog il cui filo conduttore è quello di trovare l’autostima e l’amore per se stessi indipendentemente dalla forma fisica.

Ebbene, Vanessa è l’esempio di come si possa essere belle e piene di fascino a prescindere dal proprio peso. Nella sua carriera, nel suo essere donna e mamma, non si è mai vergognata di mostrarsi al suo pubblico sia quando era una splendida fotomodella diciassettenne, sia quando nel 2008, con la gravidanza e la nascita del suo bambino Isal, è aumentata notevolmente di peso.

Diversamente da altre showgirl, Vanessa ha accettato con serenità i cambiamenti dovuti alla gravidanza e ha saputo attendere i ritmi naturali del suo corpo per ritrovare la propria forma fisica, senza ossessionarsi, subito dopo il parto, con diete sregolate o uccidersi in palestra per riconquistare la taglia perduta.

Lei non solo non si è lasciata sopraffare ma, se pur ferita dagli attacchi ricevuti, ha saputo reagire e ha raccontato come stesse comunque bene con se stessa e fossero piuttosto gli altri a stigmatizzare il suo aumento di peso. Ospite a Verissimo si è raccontata: “Anche se ero la prima a prendermi in giro, quando ero incinta venni attaccata in maniera pesante. Era come se avessi commesso un reato solo per il fatto di essere ingrassata. Non capivo perché ce l’avessero tutti con me, visto che, in realtà, io avrei vissuto benissimo questo mio cambiamento”. Nell’intervista rilasciata a Vanity Fair alla domanda di come avesse vissuto la gravidanza Vanessa ha risposto «Molto bene. A casa, a Barcellona. In quei momenti vuoi stare vicino alla tua famiglia. Me l’hanno un po’ rovinata i giornali che hanno pubblicato le mie foto, e soprattutto quei commenti sulla mia “grassezza”, fatti con un accanimento che mi ha stupito e ferito. Essere incinta è già un momento molto delicato per una donna: sentirsi “accusata” di essere brutta, eccessivamente sovrappeso, significa subire una grave mancanza di rispetto. Senza contare il messaggio culturale che passa: ci lamentiamo dell’anoressia che colpisce tante giovani e poi prendiamo in giro una che è ingrassata per fare un figlio?”(…)

Ora Vanessa ha riacquistato la forma perduta e si è lasciata alle spalle le critiche sul suo fisico burroso. Forse non sarà più la modella diciassettene degli esordi ma secondo noi è ancora più bella, con i fianchi arrotondati e con lo sguardo addolcito dalla maternità. Le vicende legate al suo peso ce la fanno apprezzare di più e ce la mostrano come una donna vera e non come un’immagine photoshoppata su una rivista di alta moda.

In ogni caso, in qualunque veste sia apparsa, Vanessa ha dimostrato di poter essere comunque bellissima e ci piace il modo con cui ha saputo accettare se stessa e anche amarsi come donna e come mamma.

Crediamo che tutte noi bellealquadrato dovremmo prendere esempio da Vanessa e dalla sua forza di non vergognarsi mai di se stessa e della sua fisicità ed anche dalla sua determinazione che l’ha portata a perdere peso e a tornare, se non più magra, certamente più bella di prima.