Vivono la decade dei quaranta liberamente.

La loro realizzazione personale e professionale viene prima del desiderio di formare una coppia o una famiglia. Per loro essere single non è un peso, ma un sinonimo di indipendenza.

Ma sono davvero felici di viaggiare attraverso i 40 senza una vita familiare o un partner?

Secondo gli esperti la felicità è un evento soggettivo; la scelta su come e con chi essere felici cambia a seconda delle persone.

Non necessariamente la felicità deve essere riposta nell’avere un partner: le statistiche dimostrano quante coppie non sono felici insieme!

E poi i tempi sono cambiati.

Qualche decennio fa era impensabile avere più di 35 anni e non essere sposati con figli. Se una donna aveva raggiunto quell’età senza avere alcun impegno,veniva considerata una zitella.

Oggi per fortuna è diverso.

E, a questo proposito, la domanda sorge inevitabilmente: perché sono sempre di più le persone ancora non sposate e senza legami?

Uno studio condotto da diverse università inglesi pubblicati dal quotidiano britannico Sunday Times dice che “le donne più intelligente si sposano meno.” La ricerca ha coinvolto 900 uomini e donne che sono stati intervistati quando avevano 11 anni e sono stati seguiti per sapere cosa è accaduto  nella loro vita 40 anni più tardi. Secondo i risultati, il 40 % delle donne ha meno probabilità di sposarsi se ha avuto successo; mentre per gli uomini sarebbe il contrario. Se sono molto studiosi e hanno un QI più alto hanno il 35% di possibilità di dire “sì” al matrimonio.

Sapete che far tempo dal 2007 si celebra il 13 febbraio Giornata Mondiale dei Single?
Lo scopo della celebrazione è quello di abbattere i pregiudizi e celebrare le persone ch si sentono bene nel loro status di single.

E che dire della generazione di zie  cresciuta in maniera esponenziale negli ultimi 10 anni? Professionali, indipendenti, senza figli e con un potere d’acquisto che ha creato un modo diverso di rapportarsi con i nipoti. Sono chiamati zie PANK (professional aunt without kids) la traduzione è zie professionali senza figli. Sono donne tra i 28 e 45 che non sono madri perché hanno deciso di rimandare la maternità o il matrimonio e di crescere nella loro professione.

Sono felici?

Sinceramente è un dubbio che non vogliamo porci.

Single, in coppia o in famiglia, poco importa… l’importante è che ciascuno stia bene con se stesso e a proprio agio con il suo status.